IL MURO IN POLONIA SARÀ LA VERGOGNA D’EUROPA

La prima pagina speciale del quotidiano Avvenire rende bene il dramma che attraversa oggi il nostro Continente europeo. Trentadue anni dopo la caduta del muro di Berlino, oggi in Europa sta per nascere un nuovo muro lungo ben 187 km.

I corsi e ricorsi della storia ci consegnano un’Europa divisa e inquieta che non ha imparato nulla dagli errori del passato. Ricordiamo che la frontiera polacca è anche confine esterno europeo e il messaggio che questa costruzione trasmette oggi ai cittadini è semplicemente agghiacciante.

Se anziché far prevalere il dialogo, la diplomazia e la solidarietà, l’Unione europea alza i muri tra l’altro per respingere disperati e poveri allora rinnega la sua essenza, quella di comunità nata per far prevalere la pacificazione dei popoli, il dialogo, la libertà e i diritti fondamentali dei cittadini. I leader europei sono ancora in tempo: fermino l’ideologia sovranista polacca o saranno corresponsabili di questo muro, vergogna d’Europa.


Condividi