Nucleare e gas non sono investimenti verdi

Il voto della Commissione per i problemi economici e di quella Ambiente del Parlamento europeo, in riunione congiunta, boccia la proposta sulla tassonomia della Commissione europea e riapre una partita che sembrava chiusa. Nucleare e gas non possono essere classificati fra gli investimenti sostenibili semplicemente perché sono due fonti energetiche inquinanti e che producono scorie.

La transizione sostenibile deve essere sinonimo di energia rinnovabile e pulita, tutto il resto è greenwashing a cui l’Unione europea si deve opporre. Inserire il gas nella tassonomia è inoltre un regalo a Putin e alle lobby delle fonti fossili che proprio adesso non possiamo permetterci. Per bocciare in via definitiva l’atto delegato della Commissione adesso sarà necessaria raggiungere la maggioranza assoluta degli europarlamentari, ossia 353 voti, ma dopo questo voto siamo ottimisti di potercela fare. Alla prossima plenaria di luglio il Movimento 5 Stelle voterà in modo convinto per confermare il voto di oggi.

Condividi