RESOCONTO ATTIVITA’ PARLMENTARE – GENNAIO

RESOCONTO ATTIVITA’ PARLMENTARE – GENNAIO

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ciao a tutti,

ecco in sintesi le principali attività svolte:

Commissione Libe: sono stati esaminati i 113 emendamenti al report di cui sono relatrice sull’accesso del pubblico ai documenti.  Consuete attività di audizione, esame, discussione e votazione di tematiche inserite negli odg hanno riguardato, tra l’altro, il testo stabilito dai lavori del trilogo sulle garanzie procedurali per i minori indagati o imputati in procedimenti penali (di cui sono relatrice ombra),  la relazione sul discarico per l’esecuzione del bilancio delle agenzie dell’Unione europea per l’esercizio 2014 (prestazioni, gestione finanziaria e controllo), legge danese sui richiedenti asilo, piano d’azione sulle droghe e sulle tossicodipendenze, l’istituzione di un elenco comune dell’UE di paesi di origine sicuri ai fini delle procedure comuni per il riconoscimento e la revoca della protezione internazionale, cooperazione in materia di antiterrorismo e condivisione delle informazioni in Europa, controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi, accordi di esenzione del visto, funzionamento dello spazio Schengen (continuano ad aumentare gli Stati Membri che stanno reintroducendo controlli alle frontiere), riforme in Polonia lesive dello Stato di diritto. Esaminati in particolare i documenti sulla relazione  che riguarda situazione nel Mediterraneo e necessità di un approccio globale dell’UE in materia di immigrazione (percorsi sicuri e legittimi per richiedenti asilo, lotta contro il traffico e lo sfruttamento del lavoro degli immigrati irregolari, gestione delle frontiere, ecc.). Consueta attività di coordinatrice per il gruppo EFDD in Libe.

Commissione Juri: Attività tipica della Commissione, tra cui esame di diversi casi relativi a richieste di revoca dell’immunità parlamentare di deputati europei, in un caso anche come relatrice, comitologia, contenzioso che coinvolge il Parlamento, procedure di rifusione e di codificazione, verifica delle credenziali; A seguito dei triloghi, è stato votato il dossier sul Segreto industriale, che andrà in Plenaria a marzo 2016 per l’approvazione definitiva. La JURI ha anche approvato il dossier di iniziativa sulla Trasparenza, affidabilità e integrità nelle istituzioni Ue. Di particolare interesse l’hearing sul diritto processuale amministrativo Ue ma, soprattutto l’incontro con il primo vicepresidente della Commissione europea Timmermans, nell’ambito del dialogo interistituzionale, al quale ho posto alcune domande sull’esigenza che il processo decisionale e le stesse Istituzioni Ue siano piú trasparenti.

Plenaria: oltre alle attività di votazione delle relazioni licenziate dalle diverse commissioni parlamentari, i principali interventi hanno riguardato: le conclusioni del Consiglio europeo del 17 e 18 dicembre 2015 su migrazione, sicurezza, unione economica con domande al Presidente Juncker e al Presidente Tusk, rimaste senza risposta; aggravamento della minaccia terroristica soprattutto interna e che rischia di determinare la compressione di libertà e diritti; presunzione di innocenza e diritto di presenziare al processo nei procedimenti penali; situazione in Polonia dove sono state varate riforme della Corte Costituzionale e della televisione pubblica che minaccerebbero la tenuta dello Stato di diritto.

Territorio: Ho incontrato, come sempre, cittadini, attivisti ed associazioni. Ho approfittato del periodo natalizio per ispezionare diversi centri di accoglienza in Calabria e per occuparmi, insieme ad altri portavoce nazionali (Parentela e Bernini), del caporalato, sfruttamento del lavoro e di buoni esempi di impresa etica e sostenibile nella Piana di Gioia Tauro. Evento con studenti della Lombardia per una simulazione di una giornata dei lavori del Parlamento Europeo e del Consiglio sul  tema caldo dei flussi migratori; evento a Perugia su violenza contro le donne. Abbiamo lanciato le iscrizioni per il laboratorio pratico di europrogettazione. Intervista a televisioni nazionali ed estere su criminalità organizzata, corruzione, immigrazione e caporalato.

Diversi altri incontri sono avvenuti a Bruxelles inerentemente all’attività istituzionale ( presidente associazione calabresi a Bruxelles e dell’ Istituto Italiano di cultura,  Direttore Easo, Direttore agenzia diritti fondamentali ecc.). Confronto con funzionari Europol per redazione del report sulla criminalità organizzata. Inoltre si sono svolte le tipiche attivitá del Gruppo politico, della delegazione italiana del M5S e delle delegazioni Eurolat, Eu-Chile ed ACP. Sono state seguite e studiate diverse questioni sottoposteci dai cittadini.

Continuate a contattarmi per le vostre segnalazioni.

Un abbraccio,

Laura