COMMISSIONE ARCHIVIA IL NUTRISCORE, È VITTORIA DELL’ITALIA

La Commissione europea archivia il Nutriscore, l’etichetta che inganna i consumatori e favorisce le multinazionali.

Per il Movimento 5 Stelle, quella contro il sistema del Nutriscore è stata una battaglia di identità e in difesa dell’interesse nazionale. I prodotti genuini dei nostri agricoltori non possono essere accostati o addirittura penalizzati rispetto a quelli elaborati e pieni di elementi artificiali del mondo dell’industria.

Ora questa proposta non è più sul tavolo, lo abbiamo appreso da Claire Bury, vicedirettore generale della DG Salute e sicurezza alimentare, che ha dichiarato che il Nutriscore non verrà proposto come etichettatura ufficiale dell’Unione europea.

Ora possiamo sostenere con ancora più forza la proposta presentata da Stefano Patuanelli in rappresentanza del governo italiano. Il Nutrinform Battery, una proposta equilibrata di schema di etichettature nutrizionali che difende il diritto dei consumatori a mangiar sano e, al contempo, tutela le eccellenze alimentari come, per esempio, l’olio extravergine d’oliva, il grana padano o i formaggi.

Condividi