REPORT ATTIVITA’ PARLAMENTARE – DICEMBRE 2015

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ciao a tutti,

ecco in sintesi le principali attività svolte:

Commissione LIBE: è stato presentato ed esaminato il documento di lavoro riguardante il report di cui sono relatrice sulla criminalità organizzata e corruzione e che individua alcuni aspetti prioritari miranti a rafforzare le azioni di contrasto a tali fenomeni. Sono continuati i lavori sul tema migrazione (stato di attuazione degli hotspots in Italia e Grecia, gestione delle frontiere ed istituzione della Guardia di frontiera e costiera europea, sviluppo di canali legali adeguati, strategia di cooperazione, ricollocazione, reinsediamento, rimpatri, ennesima procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per mancanza degli adempimenti relativi a identificazione e registrazione dei migranti  ecc.), sull’attuazione della strategia antiterrorismo dell’UE, sull’istituzione di un meccanismo UE in materia di democrazia, Stato di diritto e diritti fondamentali, sull’uso dei dati del codice di prenotazione (PNR) a fini di prevenzione, accertamento, indagine e azione penale nei confronti dei reati gravi, su trasparenza integrità e responsabilità delle Istituzioni europee, su cibercriminalità, sul funzionamento dello spazio Schengen (Austria e Germania hanno reintrodotto i controlli alle frontiere interne), su alcuni accordi con paesi terzi (Montenegro e Ucraina) per rafforzare la cooperazione giudiziaria nella lotta a forme di criminalità transnazionale, sulla tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti ai fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, e libera circolazione di tali dati, Agenda europea sulla sicurezza. Trilogo  sul  gratuito patrocinio e consueta attività di coordinatrice.

Commissione Juri: Attività tipica della Commissione, tra cui esame di diversi casi relativi a richieste di revoca dell’immunità parlamentare di deputati europei, in un caso anche come relatrice, comitologia, contenzioso che coinvolge il Parlamento, procedure di rifusione e di codificazione, verifica delle credenziali; discussi diversi dossier, tra cui quelli relativi al mercato unico digitale e all’accesso pubblico ai documenti Ue, alla Trasparenza, affidabilità e integrità nelle istituzioni Ue. É stato adottato il dossier sulla riforma del marchio Ue, in seguito ai lunghi negoziati intercorsi con Consiglio e Commissione, poi definitivamente approvato dalla Plenaria il 15 dicembre. Iniziata la discussione sul pacchetto legislativo predisposto dalla Commissione europea in materia di contract law nel settore digitale e sulla portabilità dei contenuti e dei servizi digitali all’interno dell’Ue, per quanto ancora non è sicuro che venga assegnato alla commissione JURI.

Plenaria: tra i temi più caldi quello del terrorismo e della prevenzione della radicalizzazione in Europa. Interventi su esportazioni di armi, pacchetto relativo al servizio europeo di guardia di frontiera e di guardia costiera, cooperazione strategica nella lotta contro la criminalità grave e il terrorismo tra Europol ed alcuni Stati terzi, accordi di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata tra UE e Stati terzi, detenzione dei richiedenti asilo e uso della forza nei loro confronti, brevetti e privativa per i ritrovati vegetali, legislazioni degli Stati membri in materia di marchi d’impresa (di estrema importanza per il sistema produttivo di alcuni stati, come quello italiano), relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo e  politica dell’Unione europea in materia. Nella miniplenaria di Bruxelles è stata affrontata la situazione dei diritti fondamentali in Ungheria e della necessità di dotarsi di un meccanismo di tutela che agisca a livello preventivo. Altro intervento ha riguardato la relazione speciale del Mediatore europeo sull’indagine relativa a Frontex e la previsione di un meccanismo che garantisca la possibilità di presentare delle denunce individuali anche tramite soggetti terzi come ONG e studi legali da parte di chi subisce violazioni di diritti fondamentali da parte di Frontex.

Territorio: incontri con cittadini, attivisti ed associazioni, partecipazione alla ripartenza di un’azienda agricola più volte incendiata dalla criminalità organizzata, evento Firmaday per la bonifica di un’ex area industriale fortemente inquinata, evento nel crotonese sulla cittadinanza europea, partecipazione all’evento “Il parlamentare che ti serve” per autofinanziamento amministrative Rossano.

Si è svolta inoltre la plenaria della delegazione ACP: in qualità di Presidente della Commissione Economica di ACP ho diretto i lavori di trattazione e votazione delle diverse questioni riguardanti cooperazione e sviluppo. Incontri istituzionali (con delegazione estone per migrazione, con il Direttore generale del Greco per corruzione ecc.), consuete attività delle altre delegazioni (Eurolat, Eu-Chile) di cui sono membro, del Gruppo Politico e della delegazione italiana del M5S. Approfondimenti delle questioni sottoposte dai cittadini.

Continuate a contattarmi per le vostre segnalazioni.

Un abbraccio,

Laura