RESOCONTO ATTIVITA’ #PARLAMENTARE – MARZO 2015

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Ciao a tutti,
Come di consueto, eccovi un riepilogo delle principali attivitá parlamentari svolte nelle Commissioni, Delegazioni, Plenaria e Gruppo Politico. Il progetto iniziale del rapporto sui diritti fondamentali in Europa per gli anni 2013-2014, di cui sono relatrice, è stato pubblicato sul sistema operativo Lex. I cittadini attivisti del M5S hanno avuto la possibilitá di contribuire con proposte e suggerimenti su temi che riguardano conseguenze sociali delle politiche di austerità, le violazioni della libertà di stampa e di espressione, equo processo, la giustizia lumaca, le discriminazioni sessuali e di razza, la rieducazione nelle carceri, la corruzione e le mafie. Un autentico esempio di democrazia partecipata. Sempre su questo rapporto si sono avute le audizioni pubbliche a cui hanno partecipato il primo Vice presidente della Commissione europea Franz Timmermans, rappresentanti del Consiglio dell’Unione europea, giudici della Corte di giustizia europea e il Commissario sui diritti umani del Consiglio d’Europa, nonché molte ONG (Organizzazioni non governative) attive nel campo della tutela dei diritti fondamentali. Tra i relatori, è stato presente anche il dott. Nicola Gratteri, da me invitato per portare la sua esperienza nella lotta contro la ‪‎mafia e la ‪corruzione. La proposta che porterò avanti sarà quella di istituire una vera e propria ‪ strategia interna che coinvolga tutti gli organi dell’Unione nonché le ONG attive nel campo del rispetto dei diritti fondamentali e la società civile, mettendo in atto un sistema di monitoraggio costante e di ‪prevenzione delle ‪‎violazioni dei diritti fondamentali.

Continuano in Commissione Libe i lavori che riguardano i rapporti di cui sono relatrice ombra, in particolare quello sul rafforzamento di alcuni aspetti della presunzione di innocenza e del diritto di presenziare al processo nei procedimenti penali ( con l’esame degli emendamenti) e quello sul gratuito patrocinio, mentre per i rapporti sulle garanzie procedurali per i minori indagati o imputati in procedimenti penali e la lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale, sono in corso dei “triloghi” (negoziati sul testo da parte del Parlamento, Consiglio, Commissione Europea). Quest’ultimo rapporto definirá la base giuridica della Procura europea. L’orientamento che si sta seguendo è quello di insistere sulla indipendenza della Procura dai governi nazionali e sull’estensione dei suoi poteri a reati diversi da quelli che ledono gli interessi finanziari dell’Unione, a determinate condizioni. A tal fine ho presentato diversi emendamenti, in parte accolti, sul futuro ampliamento delle attribuzioni della Procura europea con l’inclusione delle forme gravi di criminalità, anche quella organizzata di tipo mafioso, che hanno una dimensione transfrontaliera.

Nell’ambito delle attivitá della Commissione Juri si è discusso ancora del Copyright e si è tenuto un convegno sul tema. Il M5S in Europa sta partecipando al tentativo di modernizzare il copyright insieme a Julia Reda dei Pirati Tedeschi, inseguendo obiettivi come la libera circolazione della ‪‎conoscenza e degli interessi e delle esigenze dei ‪cittadini. Mi sono occupata della revoca dell’immunitá di alcuni parlamentari, rispetto dei diritti di proprietá intellettuale, e ho continuato a a seguire la direttiva shareholders right (relativo al miglioramento della trasparenza e dell’impegno che riguarda azionisti e governo societario).
Per quanto riguarda i lavori delle delegazioni di cui sono membro (Eurolat, Eu-Chile, ed ACP), degna di nota è stata la riunione della Commissione per lo sviluppo economico, le finanze e il commercio dell’ACP, di cui sono stata nominata Presidente. Con il Gruppo Politico continuano gli incontri periodici per fare il punto su ció che riguarda le sue attivitá.
In Plenaria sono state affrontate diverse discussioni e sono intervenuta nei dibattiti che hanno riguardato i progressi in materia di uguaglianza tra donne e uomini nell’UE nonché la relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo nel 2013 e sulla politica dell’Unione europea in materia.
Per i fondi strutturali proficuo è stato l’incontro con un funzionario dell’ufficio di gabinetto della Commissaria Cretu. Abbiamo avuto uno scambio di vedute e ricevuto informazioni sui POR 2007-2013 e 2014-2020 che riguardano la Regione Calabria.

Territorio
Dopo il successo del primo ciclo dei Workshop, si è svolto il secondo a Lamezia Terme. L’obiettivo è sempre quello di offrire alla società civile, giovani, imprenditori e associazioni, gli strumenti per un approccio tecnico economico più consapevole ai nuovi programmi dei fondi europei. Molto alta resta l’attenzione sulla tematica ambientale: abbiamo presentato una interrogazione sull’impianto di smaltimento RSU di Crotone (località Ponticelli) e abbiamo ricevuto una ulteriore risposta della Commissione Europea sulla situazione calabrese inerente al ciclo dei rifiuti: continua il monitoraggio della Commissione sulle discariche illegali e sull’aggiornamento del Piano regionale di Gestione dei Rifiuti. Inoltre ci siamo occupati del blocco del pagamento dei fondi FSE per la Regione Calabria e della inesistenza del cofinanziamento europeo per la vicenda dei lavori a Capocolonna. Per quanto riguarda altre tematiche territoriali, continuiamo ad occuparci delle segnalazioni di cittadini ed attivisti che concernono sanitá, centri di accoglienza per migranti, precariato della giustizia e dell’insegnamento, agricoltura, ambiente, riforma forense, assistenti domiciliari in Italia. Continuate con le vostre segnalazioni. Grazie a tutti,
Un abbraccio,
Laura